Tutti gli articoli di admin

3232

Anche l’imprenditore ha bisogno di aiuto: coaching per imprenditori

Che tu sia un imprenditore di un’azienda o un uomo d’affari in genere in un periodo quale quello odierno, caratterizzato dai mercati in fibrillazione e dalla pochezza di denari in circolazione, potresti aver bisogno dell’aiuto di un business coach per imprenditori che ti supporti e ti aiuti a ritrovare o a mantenere alti gli stimoli.

E già, come tutti, anche l’imprenditore ha bisogno di alimentare il proprio spirito e focalizzare gli obiettivi che intende raggiungere, ma come riuscirci, alle volte, è una strada tortuosa fatta di difficoltà e di imprevisti ai quali, può capitare, non sempre si è preparati.

Il business coach sostiene quindi l’imprenditore e lo aiuta a sviluppare quelle competenze e abilità che lo possano aiutare a far fronte alle situazioni che ingenerano forti cariche emotive di stress.

Il coach, per l’imprenditore, diventa colui che lo “allena” a districarsi tra i mille impegni quotidiani,  a pianificare gli impegni in modo da ritagliarsi momenti da dedicare a se stesso ed alla propria famiglia o affetti in genere mettendoli in armonia con gli scopi e gli obiettivi della sua azione lavorativa.

Difatti, una volta che si chiariscono questi aspetti, scopi ed obiettivi, il coach potrà pianificare la propria attività per rispondere al meglio alle esigenze del proprio cliente-imprenditore.

Con l’aiuto del proprio coach, l’imprenditore intraprenderà un percorso di crescita personale che lo fortificherà, rendendolo in grado di assorbire gli stress che la frenesia della vita moderna impone. La calma acquisita lo farà, a sua volta, percepire dai propri collaboratori quale nuovo leader, e non solo quale capo d’azienda, e questo aspetto farà si ch’essi lo seguano, in ambito lavorativo, dando il meglio.

Il Business Coach quindi svilupperà la propria azione sulle esigenze del proprio assistito cercando di approfondire gli aspetti che risultano quali punti di debolezza e indirizzando la sua azione all’incremento della naturale autostima e delle competenze proprie che l’imprenditore deve possedere per reggere ai continui movimenti del proprio mercato di riferimento.

Articolo a cura di Bibianna Teodori, specializzata in coaching per imprenditori

68568

Una pietra fossile: la pietra della Lessinia, molto utilizzata per gli arredamenti

Oggi nell’ambito dell’arredamento di design con pietre fossili, parleremo più o meno diffusamente  di una particolare pietra, molto usata in passato: “la Pietra della Lessinia”. Questa già conosciuta come “Pietra di Prun” , è una pietra calcareo-marnosa che si presenta a strati di spessore variabile da 2,5 a 30 cm, con colorazioni rossastre, rosee e talvolta bianco-grigiastre, separati da veli argillosi. I sedimenti più pregiati li possiamo trovare sul Monte Loffa. La Pietra della Lessinia viene sfruttata principalmente per la produzione di lastre, usate per il decoro esterno delle abitazioni, ma ne vengono ricavati anche stupendi complementi di arredo.

Vediamo nel dettaglio la sua storia e il suo utilizzo.
Innanzitutto possiamo distinguere un utilizzo per così dire storico e locale ed un utilizzo non locale. Il suo uso locale affonda le sue radici addirittura nella preistoria. Le case della regione in cui affiora questa pietra, un tempo, venivano costruite in pietra e legno, nonché i rudimentali arredi. Un esempio è dato dalle cosidette “Laste da coèrti” erano destinate ai tetti, sostenute da travi naturali fatte da tronchi di conifere. Le case erano prevalentemente a più piani, una cucina a terra con laste come pavimento, un camino più o meno elaborato fatto con pietre di grosso spessore, la parte esterna tutta in pietra e gli interni ai piani superiori in legno. Inoltre molto spesso i confini fra le proprietà venivano delimitati da queste lastre di pietra fossile di piccolo o medio spessore. Nella zona intorno a Verona e in quasi tutte le città della pianura padana, oltre che per l’edilizia, la Pietra della Lessinia veniva usata per le pavimentazioni dei marciapiedi o per le zone destinate al traffico pedonale. Sin dal medioevo era trasportata via terra fino all’Adige, dove, in porti specializzati proseguiva lungo vie d’acqua. La difficoltà del trasporto la poneva in condizioni di utilizzo meno comune rispetto ad altre pietre. Attualmente questa pietra fossile è usata in maniera prevalente in esterni, ma non disdegna anche l’arredamento interno, integrando gli elementi fossili in un tavolino da salotto in vetro .

8675865

Motor Yacht dell’anno: Dilbar

Sono stati annunciati in occasione di una cerimonia scintillante tenutasi a Palazzo Vecchio (Firenze) i vincitori del World Superyacht Awards 2017 .

Nove sono stati gli yacht a motore – i vincitori di ognuna delle classi di yacht a motore -a confrontarsi per il prestigioso titolo di Motor Yacht dell’anno. Le difficoltà maggiori per la giuria sono state il dover confrontare yacht di diversa tipologia aventi caratteristiche distinte, nonché il dover selezionare il meglio del meglio di ciascun partecipante alla rassegna. Infatti, decidere questo premio è sempre un compito difficile per i giudici, ma la giuria era consapevole del fatto che si stava cercando l’eccellenza ossia una nave tale da poter esser definita straordinaria .
Orientati dalla bussala dell’eleganza, della tecnologia e della bellezza tout court risultava chiaro che Dilbar dovesse aggiudicarsi il titolo.
Il Dilbar è risultato lo yacht più grande mai costruito in termini di tonnellaggio lordo e lo yacht più complesso e impegnativo da costruire. Tutti gli aspetti della sua progettazione e costruzione hanno giocato a favore del Dilbar condizionando favorevolmente il giudizio della giuria.
Yacht davvero superbo il Dilbar quanto a progettazione, come detto, ma anche quanto ad allestimenti interni dove sono stati che utilizzati materiali rari per ricoprire superfici impressionanti, quanto a metri quadrati, e tali da render la visita interna un’esperienza spettacolare. Ancora, è da segnalarsi la presenza interna di una piscina, la più grande mai montata su uno yacht, di ben 180 metri cubi. In base a queste bervi descrizioni, appare superfluo affermare che non poteva che essere il Dilbar il miglior candidato alla vittoria del titolo.
Questo yacht è un vincitore degno.

Per scoprire i migliori accessori per il vostro yacht visitate: https://www.tessilmare.com/

53424

Traslocare con i bambini, ecco dei suggerimenti

Gestire un trasloco è complicato infatti, la fatica che si prova, specialmente se lo spostamento coinvolge un nucleo familiare, si mischia con la curiosità del “nuovo”. L’obiettivo finale è sempre quello: una sistemazione più accogliente, più confortevole e magari anche più bella. Se questi sentimenti sono comuni negli adulti, altrettanto accade nei bambini, specialmente se piccoli. Allo stesso modo dei genitori o dei fratelli più grandi, i piccoli tendono a vivere il trasloco fra il panico per quello che sta accadendo e il caos che percepiscono, unito all’entusiasmo per qualcosa che sta per accadere. Come fare quindi a gestire il trasloco in presenza dei bambini?

Organizzarsi per tempo
Approfittate di ogni momento libero per preparare gli scatoloni, cercando di riporre gli abiti con criterio. In questo modo, quando dovrete sistemarli nella nuova casa, vi verrà tutto più facile.
Cercate di coinvolgere il vostro bambino
Se non è troppo piccolo potreste pensare di coinvolgerlo nei preparativi dei traslochi Monza. Facendo così, il bambino inizierà ad interiorizzare il prossimo cambiamento fino ad abituarsi. Fatevi aiutare da lui nello “smontare” casa pezzo per pezzo, sicuramente il risultato non potrà che essere divertente.
Fategli capire che la casa sarà diversa
Quando si avvicina il giorno del trasloco, dovrete lasciare il vostro bambino ai nonni o alla baby sitter, in modo tale da sbrigare le ultime cose con calma. Ma prima di portarlo a chi se ne prenderà cura, dovrete spiegargli cosa sta succedendo e che quando ritornerà, non sarà più nella vecchia casa ma in una più bella.

Prestate maggiori attenzioni alla sua cameretta
Durante i giorni del trasloco è normale che ci sia caos, infatti se è possibile, dovreste lasciare ancora il bambino ai nonni, in modo tale da fare un po’ di ordine. Quando rientra il piccolo, arriva il momento di renderlo partecipe a sistemare la cameretta. In questo modo personalizzerà il suo spazio, iniziando a sentirlo come suo.

light-design

Illuminazione architetturale di design

Quali sono gli aspetti da considerare nell progettazione dei lampadari?

La progettazione di un sistema d’illuminazione richiede la considerazione di innumerevoli fattori come la quantità di luce presente, la funzionalità, l’energia spesa, nonché l’impatto estetico del sistema di illuminazione. In alcuni edifici, come i centri chirurgici e impianti sportivi, le soluzioni d’illuminazione hanno l’obiettivo principalmente di fornire la giusta quantità di luce per l’attività associata.

In altri edifici, come magazzini e uffici, l’obiettivo è  principalmente il risparmio di denaro attraverso l’efficienza energetica del sistema di illuminazione. Nei  casinò e teatri, invece si cerca di migliorare l’aspetto e l’impatto emotivo dell’ architettura attraverso i sistemi di illuminazione, come i lampadari moderni.

Pertanto, è importante che gli studi sulla luce fotometriche di produzione e degli apparecchi siano equilibrate con l’applicazione artistica di luce come mezzo nel nostro ambiente costruito. Questi sistemi di illuminazione elettrica dovrebbero anche prendere in considerazione gli impatti  e di idealmente essere integrate con sistemi di illuminazione diurna. I fattori coinvolti nella progettazione dei lampadari sono essenzialmente le stesse come quello sopra descritto nell’analisi del risparmio energetico.

L’illuminazione architetturale di design si concentra su tre aspetti fondamentali della illuminazione di edifici o spazi. Il primo è l’estetica di un edificio, un aspetto particolarmente importante per l’illuminazione di ambienti commerciali. In secondo luogo, l’aspetto ergonomico: la misura di quanto siano funzionali i giochi di luce. In terzo luogo è la questione dell’efficienza energetica per assicurare che l’energia utilizzata non venga sprecata da un eccesso di illuminazione, sia per illuminare spazi vacanti inutilmente o fornendo più luce di quanto necessario per l’estetica o per la funzione.

Ognuno di questi tre aspetti si vede in modo molto dettagliato, quando il lighting designer è al lavoro. In estetica, il lighting designer tenta di aumentare l’attrattiva generale del disegno, misura se debba essere sottilmente miscelato in background o se deve stare fuori, e valutare che tipo di emozioni l’illuminazione dovrebbe evocare. Gli aspetti funzionali del progetto possono comprendere la necessità che il progetto sia visibile (notturno principalmente, ma anche di giorno), l’impatto di luce sulle problematiche progettuali e di sicurezza (abbagliamento, colore confusione ecc).

Homepage

marketing

Ecco 10 consigli di marketing, aggiornati con gli esempi moderni, da una delle più grandi menti aziendali questo mondo ha visto. Tutti sono stati presi dalle sue Confessioni libro di un pubblicitario.

1. “Il consumatore non è un idiota; lei è tua moglie. “4

Il sessismo da parte, Ogilvy stava predicando un concetto spesso trascurato in maniera di marketing nel 1963: il cliente è più intelligente di quanto si pensi ed è sempre diventando più intelligenti. (Evidenziare di tweet)

Al giorno d’oggi, il 73% dei clienti ricerca un prodotto su internet prima di acquistarlo. prodotti di qualità inferiore non è tagliato con l’acquirente savvy. Non si può ingannare la tua strada in un profitto (e se è possibile, non sarà in grado di per lungo tempo).

2. “Il più informativo la vostra pubblicità, il più convincente sarà.”

I blog sono tutti di libera informazione. Così sono gli e-book. Ecco perché sono così molto popolare con le imprese in questi giorni.

Se si danno le informazioni utili, pratici e fruibili gratuitamente, i clienti potranno fidarsi di voi e vogliono lavorare con voi. Le statistiche non mentono, le aziende che blog regolarmente e offrono fresco, contenuti informativi ricevere 13x il ROI delle imprese che non lo fanno.

3. “Il titolo è il ‘biglietto sulla carne.’ Usalo per fermare i lettori che sono le prospettive per il tipo di prodotto che sono pubblicità.” 3

Notizie vendono, puro e semplice. Anche se tutti sanno questo fatto quando si tratta di giornali e blog, la gente spesso dimentica quanto sia importante titoli sono quando si tratta di email marketing. La vostra linea soggetto è l’elemento più importante della vostra strategia di marketing e-mail. I pro spendono metà del loro tempo solo scrivere l’oggetto.

4. “Non considero la pubblicità come intrattenimento o di una forma d’arte, ma come mezzo di informazione.”

Mentre molti sarebbero d’accordo, innumerevoli casi di studio hanno dimostrato l’opinione di Ogilvy per essere vero, è infatti d’accordo uno dei migliori allestitori fieristici di Milano.

Dollaro Shave Club è un perfetto esempio di questo. Essi basano la loro intera modello di business fuori l’idea che si può ottenere un grande rasatura per un paio di dollari al mese. Certo, gli spot erano esilaranti, ma ancora più importante, hanno sfidato i costosissimi, rasoi di marca che sono stati che dominano il mercato. In pochi anni, Dollaro Shave Club valeva 120 milioni di $.

Per citare Ogilvy ancora, “Quello che dici è più importante di come lo si dice.”

marketing-3

5. “Se stai cercando di convincere la gente a fare qualcosa, o comprare qualcosa, mi sembra che si dovrebbe usare la loro lingua, il linguaggio che usano ogni giorno, la lingua in cui si pensa.”

High-falutin ‘linguaggio, gergo, e formalità hanno indossato il loro benvenuto con i lettori. Invece, linguaggio quotidiano domina il mondo del marketing. L’abbiamo visto con la campagna del processore del Board della California Milk “Got Milk?”, Abbiamo visto in Nike leggendario “Just Do It” motto, e più di recente, abbiamo visto con il successo impressionante di Taco Bell ” quarto pasto “.

Dare alla gente ciò che sanno. Non parlare verso l’alto o verso il basso per loro, basta parlare con loro.

6. “assumere persone che sono migliore di te, poi lasciare loro di andare avanti con lui. Se vuoi per le persone che avranno lo scopo per il notevole, che non si accontentano di routine. ”

Solo cercare di assumere e lavorare con i migliori. Il più grande errore che si può fare è quella di vedere nuovi talenti come una minaccia, invece di vederli per quello che realmente sono: partner in una grande avventura. Il marketing è uno sforzo di collaborazione. Va bene se non sei sempre la persona più intelligente nella stanza.

Potrai ANCHE
Come costruire un calendario contenuti (più di un modello Free)
5 motivi Servizio Clienti sociale è ormai una componente sociale critica
Marketing Marvels Technology Show – Interviste e demo dei migliori software di Marketing.
7. “Immagine significa personalità. I prodotti, come le persone, hanno personalità, e possono fare o rompere sul mercato. ”

I grandi ragazzi sanno che questo è vero. Coca-Cola avrebbe potuto essere solo una soda, ma invece raggiunto uno dei più potenti nomi del business grazie alle loro strategie di branding e pubblicità. Passano $ 2.9 miliardi di dollari all’anno sul branding-più dei budget di marketing combinate di Apple e Microsoft. marchio Clever ha dato un produttore di bevande gassate un valore superiore al PIL di molte piccole nazioni.

8. “La pubblicità persone che ignorano la ricerca sono pericolosi come i generali che ignorano decodifica dei segnali nemici.”

La ricerca è essenziale per identificare ciò che il cliente vuole da voi e che cosa pensano del vostro marchio. Se non stai prendendo il tempo per essere analitico con il tuo business, si sta andando a cadere nel dimenticatoio. Nelle parole di Ogilvy, “Non smettere mai di test, e la vostra pubblicità non potrà mai smettere di migliorare.”

9. “Ho notato crescente riluttanza da parte del marketing dirigenti di usare il proprio giudizio; stanno venendo a contare troppo sulla ricerca e lo usano come un ubriacone utilizza un lampione per il supporto, piuttosto che per l’illuminazione “.

La ricerca aiuta, ma è necessario essere in grado di agire con decisione, innovare, e prendere decisioni radicali per determinare il destino del tuo business. Il mancato utilizzo di buon senso quando la commercializzazione del prodotto si tradurrà in ripetute perdite di denaro. Meglio farlo se avete un buon led wall in magazzino. Guardate Gap, che più volte non è riuscito ad evolvere il proprio marchio per adattarsi allo stile di vita e le esigenze del cliente moderno, e si basava invece su quello che era “lavorato in passato.”

10. “Ci vuole una grande idea per attirare l’attenzione dei consumatori e convincerli a comprare il vostro prodotto. A meno che la vostra pubblicità contiene una grande idea, passerà come una nave nella notte. ”

Ciò è particolarmente vero per la commercializzazione di Millennials. Essi vedono troppi annunci, e, di conseguenza, si sono fermati rispondere ad esse. Solo una volta dopo tanto tempo fa uno ottenere attraverso. Ogilvy sapeva molto tempo fa, “Il novantanove per cento della pubblicità non vende molto di qualche cosa.”

È per questo che un buon marketing è difficile da trovare. Ma se si prende un paio di consigli da questo saggio di marketing, si può iniziare sulla strada giusta.